Andare in pensione in Spagna

Vantaggi, spese quotidiane, tasse e luoghi migliori

Sole, mare, sabbia e sangria: la Spagna ha tutto l'aspetto del luogo ideale dove andare in pensione. Ma è davvero come sembra? Mettiamo il caso, per esempio, che preferiate andare all'opera e cenare fuori piuttosto che prendere il sole in spiaggia, varrebbe comunque la pena di considerare questo paese o sarebbe meglio puntare su capitali culturali come Parigi e Berlino?

Sicuramente la Spagna è in cima alla lista secondo diversi sondaggi. Per esempio, il gruppo Blacktower Financial Managers l'ha nominata il miglior luogo dove andare in pensione in Europa, tra i fattori positivi che hanno contribuito a tale titolo vi sono il meteo, il costo della vita, i prezzi degli immobili, la sicurezza e la proporzione di pensionati rispetto alla popolazione. Business Insider mette la Spagna in decima posizione mondiale, ma si tratta di una lista sfalsata dalla presenza dell'America centrale e del sud.

I fattori che rendono la Spagna un ottimo luogo dove passare la propria pensione sono molteplici.

  • Sole. Il tempo è buono, soprattutto nelle regioni situate più a sud del paese, dove la maggior parte delle persone decide di trascorrere la pensione. (Ovviamente, le province più a nord come Galizia, Navarra e le Asturie hanno inverni abbastanza freddi)
  • Costi della vita bassi e stile di vita rilassato. Vino e sherry locali di buona qualità e tapas eccellenti sono parte del fascino spagnolo.
  • Nelle aree turistiche troverete fantastiche strutture dedicate allo svago, come campi da golf, spiagge, piscine e parchi acquatici. Inoltre, la Spagna offre alcuni percorsi escursionistici mozzafiato.
  • La Spagna è un paese affascinante pieno di antiche cattedrali, palazzi, rovine romane, villaggi e paesi pittoreschi. Il Prado a Madrid e il museo Guggenheim di San Sebastian possiedono tra le collezioni d'arte più celebri d'Europa.
  • Sarete in buona compagnia. La Spagna presenta una grande comunità di espatriati: per esempio, oltre 330.000 cittadini britannici ci vivono per tutto l'anno, e ovviamente ci sono sempre più pensionati che spendono buona parte dell'anno in Spagna ma non contano come residenti. Nella maggior parte delle zone turistiche l'inglese viene parlato in quasi tutti i negozi e i ristoranti.

Scarica la nostra Guida gratuita per le proprietà Spagnole

Tutto quello che devi sapere su come acquistare un immobile in Spagna come straniero.

Il costo della vita in Spagna

La Spagna è uno dei paesi più economici d'Europa. Numbeo la mette al 18° posto tra le nazioni europee: più economica del 26% rispetto alla Francia e del 16% rispetto al Regno Unito, ma un po' più dispendiosa del Portogallo. Nonostante non sia economica quanto destinazioni quali Bulgaria, Georgia o Albania, rappresenta un ottimo mix tra buone infrastrutture, incluso un ottimo sistema sanitario, e prezzi bassi.

Quindi, quanto ci vuole per vivere bene e andare in pensione in Spagna?

La prima buona notizia è che gli immobili sono ancora economici (a meno che non vogliate vivere a Madrid o Barcellona). Potrete acquistare un appartamento in un resort per soli €50,000 oppure una villa per €100-150,000. Se siete disposti ad impegnarvi un po' nella ristrutturazione, potrete trovare degli immobili di campagna da risistemare a prezzi davvero bassi (ma dovrete assicurarvi che l'ufficio catastale permetta la ristrutturazione che desiderate prima di acquistare). Persino nella ricercatissima Maiorca è possibile acquistare una casa con due camere da letto per circa €150,000.

Se avete deciso di vendere la vostra casa per acquistare un immobile in Spagna, potreste puntare un po' più in alto: per esempio, vendendo un appartamento con una camera da letto a Londra potreste acquistare una villa con tre stanze da letto e piscina, oppure potreste conservare la differenza e utilizzarla per condurre uno stile di vita più espansivo.

L'organizzazione americana per il pensionamento AARP stima che, nella maggior parte delle città in Spagna, con €25,0000 all'anno è possibile condurre uno stile di vita agiato. Se siete parsimoniosi, o semplicemente non spendete tanto in intrattenimento e cene fuori, potete vivere con un budget leggermente inferiore. (Tuttavia, per Barcellona e Madrid, avrete bisogno di qualche soldo in più: si tratta di luoghi costosi in cui vivere, più paragonabili a città come Londra, Parigi o Berlino, piuttosto che ad altre città spagnole.)

Inoltre, se possedete completamente un immobile, i costi saranno ancora inferiori. Numbeo, che confronta i costi della vita di varie città in tutto il mondo, stima che una persona può vivere in Spagna con soli €547 al mese (escluso l'affitto).

Spese quotidiane, salute e sconti

Le tasse locali sono basse. Fare la spesa costa poco, a patto che non vogliate per forza acquistare i prodotti tipici del vostro paese (i prodotti di importazione possono essere costosi). Le utenze di base arrivano a costare circa €98 al mese, a cui dovrete aggiungere €40 per un pacchetto Internet + TV, che costa più o meno lo stesso tanto in tutta Europa.

Mangiare fuori costerà dai €10 ai €30 in un ristorante economico o di fascia media, mentre una birra costa pochi euro, così potrete uscire e mangiare tapas quanto vorrete senza ritrovarvi al verde.

La sanità spagnola è generalmente ottima, e se siete residenti, potete godere dei servizi del sistema sanitario pubblico. I cittadini dell'UE sono coperti tramite accordi reciproci tra i paesi, mentre chiunque lavori in Spagna sarà coperto tramite i propri contributi. Tuttavia, se non siete dei cittadini europei o dei lavoratori, potrete richiedere il Convenio Especial e usufruire del sistema sanitario pubblico per €60 / 157 al mese (sotto/sopra i 65 anni), meno di 2,000 euro all'anno: si tratta di un prezzo significativo, ma non così eccessivo.

Vale la pena di notare, inoltre, che il costo della vita per i pensionati in Spagna è ulteriormente ridotto dalla disponibilità di sconti per pensionati. Una tarjeta de jubilado vi consentirà di avere uno sconto del 25-40% sui biglietti dei treni, mentre molti musei offrono ingressi gratuiti per gli over 65.

Trovare il posto migliore per andare in pensione in Spagna

Status di residente e tasse

Un resort potrebbe essere il luogo ideale per acquistare un immobile per la pensione, soprattutto se vi interessa lo sport. Per esempio, se vi piace il golf, un appartamento nei resort La Manga o PGA Catalunya potrebbe fare al caso vostro. Gli sport acquatici vengono praticati in tutti i resort costieri. Tuttavia, dovrete stare attenti a non sottovalutare i prezzi del servizio quando calcolate il vostro budget.

Molti pensionati spendono solo una parte dell'anno in Spagna. Se desiderate vivere qui, però, dovrete pensare alle pratiche burocratiche: persino i cittadini dell'UE dovranno ottenere una carta da residente. Se invece non siete dei cittadini UE, dovrete procurarvi un cosiddetto "golden visa" tramite l'acquisto di un immobile da €500,000 o più, oppure ottenere un visto non-lucrativo che vi permetta di vivere, ma non lavorare, in Spagna a lungo termine. Il primo avrà una durata di un anno, successivamente dovrete rinnovarlo ogni due anni: dopo cinque anni potrete richiedere la residenza permanente. Per ottenere il visto potrebbe volerci un bel po', quindi è meglio iniziare a richiederlo almeno 6 mesi prima di trasferirvi. Inoltre, nonostante possiate vivere con meno, il reddito minimo necessario per i richiedenti visto pensionati è di €25,560 all'anno (più 6.390€ per ogni membro della famiglia aggiuntivo).

Una volta diventati residenti in Spagna dovrete pagare qui anche le vostre tasse. La Spagna possiede un accordo sulla doppia imposizione con oltre 90 paesi, quindi se dovete pagare le tasse sulla vostra pensione, su degli investimenti o sul reddito da locazione nel vostro paese, potrete scaricarle in Spagna. Le aliquote d'imposta spagnole e relative soglie cambiano da regione a regione: di solito, si paga un'aliquota pari a circa il 20% sui primi €12,000 circa di reddito, mentre l'aliquota può raggiungere sino al 48% per redditi superiori ai €175,000 (in Catalonia) o €120,000 (in Andalusia). Ciò potrebbe apparire peggiore rispetto ad altri regimi fiscali. Tuttavia, ogni soggetto ottiene un'esenzione pari a 5.500 €, che arriva sino ai €1,150 una volta compiuti i 65 anni di età.

Quindi sì, andando in pensione a Dubai o in Andorra paghereste di meno (aliquota pari a 0). Ma vi divertireste nello stesso modo? Potreste permettervi lo stesso stile di vita con il medesimo budget? La risposta è: quasi sicuramente no.

Così, per concludere, la Spagna può offrire uno stile di vita attraente con un budget di pensionamento abbastanza contenuto, a patto che selezioniate attentamente il vostro immobile e siate disposti a trasferivi.