Come evitare frodi e raggiri

1. Affidatevi a dei professionisti

Collaborare solo con agenzie o agenti immobiliari registrati al Collegio Ufficiale degli Agenti Immobiliari (Colegio Oficial de Agentes de la Propiedad Inmobiliaria).

Trattandosi di una professione ormai liberalizzata da anni in Spagna, e quindi potenzialmente esercitabile da chiunque senza essere iscritto a nessun ente ufficiale, è sempre meglio lavorare con aziende e soggetti approvati dal Collegio Ufficiale degli Agenti Immobiliari.

Inoltre, l'eventuale trattamento di reclami per negligenza viene eseguito in maniera più rapida ed efficiente tramite il Collegio Ufficiale piuttosto che attraverso un'agenzia o un agente non affiliato.

2. Diventate membri cooperativi

Essere ben informati sulle cooperative edilizie (cooperativas de viviendas).

Chiunque desideri acquistare una casa sponsorizzata da una cooperativa può diventare membro di quest'ultima contribuendo al pagamento delle commissioni richieste. Una volta completato il piano di acquisto, la cooperativa è responsabile della costruzione.

Ciò elimina i costi di sviluppo e permette ai membri di ottenere il loro alloggio ad un prezzo inferiore. Ciò, tuttavia, non è privo di rischi, in quanto alcuni progetti vengono bloccati a causa della mancanza di finanziamenti o di ostacoli posti dall'amministrazione locale. Pertanto, prima di decidere di entrare a far parte di una cooperativa edilizia, è consigliabile informarsi dettagliatamente sul progetto prima di firmare il contratto.

3. Verificate l'assenza di debiti o vincoli

Controllare che la casa sia libera da spese aggiuntive.

Nel caso di immobili di seconda mano, si consiglia di verificare che la proprietà non abbia debiti o vincoli in sospeso. Per fare ciò, sarà sufficiente richiedere una semplice nota sulla proprietà dal catasto (Registro de la Propiedad). Questa procedura può essere completata da qualsiasi persona in Spagna e può essere eseguita facilmente da un'agenzia immobiliare, un agente o un amministratore.

4. Verificate chi possiede l'immobile

Controllare che il venditore della casa sia davvero il proprietario.

Simile a quanto indicato sopra, una semplice nota sulla proprietà ottenuta dal catasto spagnolo (Registro de la Propiedad) può aiutare a verificare l'identità del proprietario. Si tratta di un modo per evitare frodi commesse da persone che cercano di vendere un immobile che non è di loro proprietà.

5. Ottenete ulteriori informazioni sull'immobile

Verificare che l'immobile non faccia parte di alcun piano urbanistico approvato dal comune.

Un'altra circostanza che si dovrebbe evitare è l'acquisto di una casa che si estende all'interno di un piano urbanistico già approvato dall'amministrazione locale: una situazione del genere potrebbe influire negativamente sull'abitabilità e le dimensioni dell'immobile. Per questa ragione, si consiglia di visitare l'ufficio locale di pianificazione urbanistica (Oficina de Información Urbanística) per richiedere ulteriori informazioni su qualsiasi proprietà prima di procedere all'acquisto.

6. Consultate l'autorità costiera locale

Verificare che la proprietà non sia soggetta a servitù e non faccia parte del demanio pubblico marittimo-terrestre (el dominio público marítimo terrestre [DPMT]).

Se una proprietà è soggetta a servitù per la protezione delle coste, vi saranno dei limiti legali che il nuovo proprietario dovrà rispettare. Ad esempio, quest'ultimo non potrà realizzare nuove costruzioni sul terreno o modificare il volume, l'altezza o l'aspetto esterno dell'immobile già presente.
Se una proprietà fa parte del DPMT, significa che il proprietario non possiede più l'immobile ma quest'ultimo è di proprietà dello stato. Entrambi questi problemi possono essere evitati consultando il Servizio Costiero Locale (Servicio Periférico de Costas), che può confermare la distribuzione del DPMT e le relative servitù.

Scarica la nostra Guida gratuita per le proprietà Spagnole

Tutto quello che devi sapere su come acquistare un immobile in Spagna come straniero.