Come gestire il proprio immobile in Spagna

Se sei il proprietario

Gli stranieri che possiedono una casa privata in Spagna che fa parte di un'associazione di proprietari (comunidad de vecinos) non avranno difficoltà a gestire il loro immobile durante un eventuale periodo trascorso fuori dalla Spagna.

Le associazioni di proprietari, in condomini e chalet, si affidano ai servizi di una società di gestione immobiliare che si occupa, appunto, della gestione dell'intera comunità, comprese la pulizia, la manutenzione e le riparazioni delle aree comuni. A questo scopo, ciascun membro deve pagare una tariffa mensile per le spese della comunità.

Se la proprietà è destinata a rimanere vuota per lungo tempo, è comunque consigliato assumere un'impresa di pulizie per effettuare i lavori di manutenzione interna. Inoltre, può essere utile stipulare un'assicurazione sulla casa per coprire eventuali incidenti o furti.

Scarica la nostra Guida gratuita per le proprietà Spagnole

Tutto quello che devi sapere su come acquistare un immobile in Spagna come straniero.

Se la proprietà non fa parte di un'associazione di proprietari o non viene utilizzata per scopi esclusivamente privati, ma piuttosto viene affittata, l'opzione migliore sarà quella di usufruire dei servizi di un agente o di un'agenzia immobiliare.

Entrambi si prenderanno cura della proprietà: preoccupandosi della pulizia e dei lavori di manutenzione necessari, cercando nuovi inquilini, sbrigando i procedimenti burocratici necessari per la stipulazione dei contratti d'affitto e raccogliendo il canone in assenza del proprietario. La commissione per questi servizi è di solito pari a circa il 5-10% dell'affitto.

Case in vendita in Spagna