Francia versus Spagna: dove conviene acquistare?

Confrontare e scegliere

Dando un'occhiata ad una qualsiasi classifica delle destinazioni turistiche più gettonate, Francia e Spagna occupano sempre i primi posti. Nel 2016, la Francia ha accolto 82.6 milioni di turisti, mentre la Spagna ne ha ospitato 75.6 milioni: solo Stati Uniti e Cina sono in grado di competere con tali cifre, ma si tratta di nazioni molto più grandi.

Di conseguenza, non sorprende che coloro che vogliono acquistare una casa per le vacanze si orientino verso questi due paesi. Ma l'interrogativo principale rimane: quale scegliere tra le due? Per coloro che hanno già passato del tempo in uno dei due paesi e se ne sono innamorati la risposta sarà ovvia, ma in caso contrario prima di decidere sarà necessario pensarci attentamente.

1. Clima

La Francia si trova più a nord, mentre la Spagna più a sud, quindi dovrebbe essere più calda, giusto?

Non è così semplice. La Galizia, per esempio, situata nel nord-ovest della Spagna, presenta un clima piovoso, mentre la costa mediterranea della Francia offre una piacevole calura estiva. In generale, se desiderate spazi verdi ed estati moderate, la Francia fa al caso vostro, mentre se preferite farvi cuocere dal sole, il sud della Spagna sarà più adatto. Inoltre, la Spagna risulta nel complesso più secca della Francia: non il massimo per gli appassionati di giardinaggio.

2. Paesaggio

La maggior parte di coloro che decidono di acquistare in Spagna si dirigono verso la costa meridionale, ma nell'entroterra, precisamente in Andalusia, si possono trovare le bellissime vallate e i picchi della Sierra Nevada. Verso est, potreste prendere in considerazione la Costa Brava, la Costa Blanca o la Costa Daurada, oppure optare per le regioni interne con i loro aranceti, le vallate ombreggiate dalle palme o le montagne ricoperte di foreste. Nonostante si possa facilmente pensare che Spagna e neve siano un binomio improbabile, in realtà questo paese offre delle buone stazioni sciistiche sui Pirenei che sono, oltretutto, leggermente più economiche di quelle francesi.

La Francia offre una grande varietà di paesaggi, dalle foreste e le formazioni granitiche dall’atmosfera celtica della Bretagna, alle sterminate vigne della Borgogna o di Bordeaux. La zona del Massiccio Centrale offre montagne di svariati tipi per coloro che sentono il richiamo della natura, mentre la Provenza e la Dordogna offrono colline e valli incantevoli. Inoltre, per gli amanti della montagna e degli sport invernali, consigliamo le zone circostanti alle Alpi o ai Pirenei.

A livello paesaggistico i due paesi sono sostanzialmente alla pari, ma in Spagna, a causa dello sviluppo edilizio concentratosi sulle coste, potreste impiegare più tempo a trovare il punto panoramico che fa per voi.

Scarica la nostra Guida gratuita per le proprietà Francese

Tutto quello che devi sapere su come acquistare un immobile in Francia come straniero.

Trova casa nelle più grandi città francesi

3. Prezzi e mercati degli immobili

Entrambi i paesi offrono una vasta gamma di immobili: dalle ville da svariati milioni situate nelle località più di tendenza, alle proprietà rurali da 50.000 € (o anche meno).

Tuttavia, i due mercati immobiliari presentano degli andamenti differenti. In seguito alla stretta creditizia del 2008 il mercato spagnolo è crollato: i prezzi sono calati più del 30% e le banche spagnole detengono una vasto portafoglio di immobili pignorati. Nelle zone caratterizzate da un forte possesso di immobili da parte di stranieri, come la costa andalusa, il mercato della rivendita ha praticamente smesso di funzionare. Tuttavia, dal 2016, il mercato immobiliare sta conoscendo una fase di recupero e i prezzi stanno rincominciando a salire.

In Francia, invece, nonostante i prezzi siano calati più del 10% dopo la crisi, nel giro di tre anni sono risaliti del tutto, così come la vendita di case nuove. Persino nelle zone con molti proprietari stranieri il mercato francese si presenta con una base più ampia e meno vulnerabile alle influenze negative esterne, il che rende la Francia la scelta, forse, più sicura per gli investitori.

4. La procedura d'acquisto

Né la Francia né la Spagna adottano restrizioni per gli acquirenti immobiliari stranieri. Entrambi i paesi operano tramite dei sistemi notarili.

Tuttavia, il sistema francese risulta più solido e garantisce agli acquirenti una maggiore protezione rispetto a quello spagnolo. In Spagna, il debito viene trasferito assieme alla proprietà, cosicché acquistando una casa su cui pende un ipoteca non ancora saldata dal vecchio proprietario, sarete tenuti a pagarla voi che acquistate. Vi sono inoltre dei problemi con immobili costruiti illegalmente senza licenza edilizia, o con permesso garantito tramite vie illegali.

In entrambi i casi i costi sono abbastanza alti: sono pari all'8-10% del valore della proprietà o persino al 14% (a seconda che si tratti di un immobile nuovo o usato e in base all'entità della transazione).

Di conseguenza, vi invitiamo a consultare dei professionisti del settore prima di fare la vostra scelta.

Scarica la nostra Guida gratuita per le proprietà Spagnole

Tutto quello che devi sapere su come acquistare un immobile in Spagna come straniero.

Trova la casa dei tuoi sogni in Spagna

5. Servizi/comunità per espatriati

Sia in Francia che in Spagna vi sono delle zone caratterizzate da una forte presenza di comunità di espatriati con servizi annessi, tra queste ricordiamo la Dordogna, il Limosino, la Provenza, Malaga, Murcia e le Isole Baleari. Si tratta soprattutto di comunità anglofone, tedesche e russe, mentre Barcellona sta diventando una meta molto ambita dagli investitori cinesi. Tuttavia, trasferendovi in zone più remote del paese, anche solo nel raggio di 100 km dalla capitale escludendo le zone turistiche, la situazione potrebbe essere ben diversa

6. Residenza e cittadinanza

I cittadini europei hanno il diritto di risiedere, lavorare e studiare sia in Spagna che in Francia. Mentre i cittadini extra-europei che non intendono lavorare, ma possiedono abbastanza risorse per essere autosufficienti, possono richiedere un visto a lungo termine e un permesso di residenza in ciascuno dei due paesi. Tuttavia, nonostante la burocrazia francese sia capace di mettere a dura prova la pazienza di chiunque, la procedura di domanda in Spagna risulta incredibilmente frustrante.

Se il vostro fine ultimo è quello di ottenere la cittadinanza, la Francia rappresenta sicuramente l'opzione migliore. Non solo potrete richiederla dopo cinque anni di residenza, mentre in Spagna sono necessari dieci anni, ma potrete persino mantenere la vostra nazionalità originaria (in Spagna, a parte alcune eccezioni, la doppia cittadinanza non è consentita).

7. Calcio

Ci dispiace, ma in questo caso la Francia vince a mani basse. On est champions! Allez les Bleus!