Portogallo: il paradiso fiscale per pensionati

Oltre ai dolci, la cucina tradizionale e la famosa Ginjinha, esistono altri motivi che attirano i cittadini stranieri a Lisbona. Sicuramente il sole, le spiagge e la tranquillità offerti da questo paese non sono da sottovalutare, ma niente è più "seducente" delle agevolazioni fiscali, che ne dite?

Infatti, il regime fiscale assegnato ai residenti non-permanenti è molto attraente ed è una delle ragioni per cui molti stranieri puntano sul Portogallo per trascorrere la loro pensione.

Cosa significa esattamente essere residenti non-permanenti?

Il regime di residente non-permanente è stato approvato nel 2009 dal governo portoghese con l'obbiettivo di attrarre professionisti qualificati non-residenti capaci di produrre un elevato valore aggiunto, proprietà intellettuali importanti, conoscenze o competenze industriali, così come i beneficiari di pensioni ottenute all'estero.

Questo regime è diventato presto uno stratagemma per gli stranieri in cerca di un luogo sicuro, e fronte mare, che possa permettere loro di sfruttare al massimo la loro pensione. Infatti, dal 2009, un numero sempre crescente di pensionati stranieri sceglie di vivere in Portogallo proprio per il suo regime di agevolazioni fiscali.

Ma perché questo regime è così speciale?

La risposta è semplice: nessuno vuole lasciarsi scappare delle agevolazioni fiscali così convenienti.

L'esenzione dalle tasse garantita dal governo portoghese dura 10 anni per i pensionati stranieri, di conseguenza il numero di residenti non-permanenti aumentata di anno in anno.

In ogni caso, per poter usufruire di questo status così interessante, dovrete rispettare determinate regole. Le condizioni per potersi registrare come residenti non-permanenti sono le seguenti:

  • Diventare legalmente residenti in Portogallo,

  • Vivere in Portogallo per almeno 183 giorni all'anno,

  • Non aver avuto la residenza fiscale in Portogallo negli ultimi 5 anni.

Volete altre informazioni sullo status di residente non-permanente? Cliccate qui

Ricevete per primi dei consigli sull'acquisto di immobili in Portogallo

Informazioni utili fornite dalle persone del posto, consigli pratici e modi per evitare i tranelli.

Lo status di residente non-permanente e i vantaggi fiscali che ne conseguono

Secondo la normativa, il reddito percepito in altri paesi (esclusi i fondi offshore provenienti dall'estero) diventa esentasse quando già tassato nel paese d'origine.

Oltre ai vantaggi già illustrati, possiamo parlare anche di:

1. Esenzione dalle tasse applicate sui redditi percepiti al di fuori del Portogallo - ciò si applica ai residenti non-permanenti e può essere esteso sino a 10 anni.

Come se non fosse già abbastanza invitante, questa agevolazione è rinnovabile. Ma vediamo in quali casi si applica l'esenzione sui redditi percepiti all'estero:

  • Quando il reddito è tassato nel paese d'origine in conformità con l'accordo col Portogallo sulla doppia imposizione fiscale.
  • Quando acquistate/prendete in affitto la vostra casa dei sogni in Portogallo, finanziando l'acquisto con l'importo mensile che non dovrete più pagare sulla vostra pensione nel vostro paese d'origine.

2. L'inesistenza di una tassa patrimoniale. (E di successione per i beni situati al di fuori del Portogallo).

3. Esenzione dal pagamento di interessi e dividendi sulle tasse.

4. Esenzione dal pagamento di tasse in caso di eredità e donazioni. Per quanto riguarda le donazioni deve essere sottolineato che ciò si applica solo quando la transazione non ha valore economico, è gratuita, e viene eseguita in favore di un coniuge, di un discendente o di un ascendente.

Tuttavia, è importante notare che se si possiede un immobile del valore superiore a 1 milione di euro, si dovrà comunque pagare l'imposta di bollo annuale pari all'1%.

Vantaggi poco noti: Il pagamento dell'imposta comunale sui beni immobili (IMI)

Il numero di acquirenti stranieri in Portogallo è aumentato esponenzialmente, ma esistono ancora dei vantaggi fiscali poco noti. Si tratta ad esempio del fatto che la legge portoghese supporti gli investimenti immobiliari per il risanamento urbano.

In sostanza il governo portoghese incoraggia il risanamento urbano tramite l'esenzione dall'"IMI" che può essere estesa sino a 5 anni dall'acquisto dell'immobile.

Avete già pensato ad acquistare questo tipo di immobile e ad ottenere tale esenzione?

Bene, ora che conoscete tutte le agevolazioni fiscali, vediamo insieme qual è il costo medio della vita in Portogallo

La vita in Portogallo è considerata economica. Tuttavia, i costi dipenderanno dallo stile di vita che deciderete di portare avanti.

In questa circostanza consideriamo dei valori medi che, in alcuni casi, possono rivelarsi anche più alti di quelli reali.

LisbonaPortoAlgarve
Casa2.160 EUR/m2, Fonte: INE, maggio 20181.658 EUR/m2, Fonte: INE, maggio 20181.501 EUR/m2, Fonte: INE, maggio 2018
Spese per l'immobile50 EUR / mese40 EUR / mese40 EUR / mese
Energia80 EUR / mese80 EUR / mese80 EUR / mese
Acqua20 EUR /ogni 2 mesi20 EUR /ogni 2 mesi20 EUR /ogni 2 mesi
TV/Internet30 EUR / mese30 EUR / mese30 EUR / mese
Trasporti30 - 60 EUR / mese30 - 50 EUR / mese30 - 50 EUR / mese
Assicurazione Sanitaria40 EUR / mese40 EUR / mese40 EUR / mese
Alimenti200 - 300 EUR / mese200 - 300 EUR / mese200 - 300 EUR / mese
Ristorante7 EUR a persona5 EUR a persona5 EUR a persona
Menu McDonalds6 EUR a persona6 EUR a persona6 EUR a persona
Birra1.10 EUR1.10 EUR1.10 EUR
Latte0.75 EUR0.75 EUR0.75 EUR
Cinema7 EUR a persona7 EUR a persona7 EUR a persona

Siete già pronti a trasferirvi in Portogallo? Non aspettate! La tavola è già imbandita e pronta ad accogliervi!